LA DIFFERENZA TRA “TI AMO” E “TI VOGLIO BENE”

“Ti amo” – disse il piccolo principe.
“Anch’io ti voglio bene” – rispose la rosa.
“Ma non è la stessa cosa” – rispose lui.
“Voler bene significa prendere possesso di qualcosa, di qualcuno; cercare negli altri cio’ che riempie le aspettative personali di affetto e di compagnia.

Voler bene significa rendere nostro ciò che non ci appartiene; desiderare qualcosa per completarsi perché sentiamo che ci manca qualcosa e se non siamo ricambiati soffriamo.

Amare significa desiderare il meglio dell’altro. Permettere all’altro di essere felice, anche quando il suo cammino è diverso dal nostro.
È un sentimento disinteressato che nasce dalla volontà di donarsi… di offrirsi completamente dal profondo del cuore.
Per questo l’ amore non sarà mai fonte di sofferenza.

Amare è attribuire un posto nel nostro cuore affinché ci resti in qualità di partner, padre, madre, fratello, figlio, amico e sapere che anche nel cuore dell’altro c’è posto per noi.
Dare amore non esaurisce la quantità, anzi l’aumenta e per ricambiare tutto questo amore bisogna aprirsi e lasciarsi amare”.

“Adesso ho capito” – rispose la rosa dopo una lunga pausa.
“Il meglio è viverlo” – le consigliò il piccolo principe.

(libero riadattamento di un passaggio del libro “Il piccolo principe” tratto dal web)

Pubblicato da

Roberto Cavaliere

DOTT. ROBERTO CAVALIERE

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *